domenica 30 ottobre 2011

Un capitalista è un capitalista!

Se metti un capitalista a capo del governo,
non puoi aspettarti
che non si comporti come tale.
Un capitalista è un capitalista,
anche se cade in disgrazia,
è e resta un capitalista!

Non sono mai riuscito a capire
chi l'ha votato credendo che,
una volta al potere,
avrebbe fatto il bene di tutti.

Posso capire l'errore una volta,
ma 10 - 100 - 1000 volte no!
Non lo accetto!

I suoi programmi
sono sempre stati ben chiari:
risolvere le beghe personali
e cercare di spianare la strada
ad un capitalismo senza regole,
riportando lo stato sociale
ai primi anni del secolo scorso.

Abbellendo lo stile delle chiacchiere,
nei fatti non si è mai nascosto.
Appoggiato da una sinistra
che si è resa complice silenziosa,
ha distrutto anni di conquiste
dei nostri padri e dei nostri nonni.

Ci sono voluti vent'anni
affinchè il popolo che l'ha votato capisse!

Spero che la lezione sia servita.
Spero che non sia troppo tardi.

Alla prossima
Nino P.


1 commento:

In soffitta ha detto...

spero che sia come dici tu, che la storia insegni, ma ho purtroppoi miei grandi dubbi

un grande abbraccio Nino Caro
:-)