giovedì 20 ottobre 2011

Quello che pensano dei poveri e degli operai i nostri politici

Questi poveri!
Ma che cosa vogliono?
Cosa pretendono?
Dovrebbero ringraziare chi comanda,
perchè li tiene in considerazione.
E invece....
invece si lamentano sempre!
Vogliono manifestare loro!
Bene!
Se vogliono farlo
devono pagare!!
Non hanno i soldi?
Che vadano a lavorare!!
Non c'è lavoro?
Peggio per loro!!
Possono vendersi come schiavi
a scaricare cassette di frutta
come vorrebbe il ministro Brunetta.
Oppure rinunciare ai loro diritti,
come vorrebbero il ministro Sacconi
e Sergio Marchionne.
I poveri... tzè!!
Adesso anche loro
vogliono diritti!!

E gli operai....
che pretese!!
Gli stipendi adeguati al costo della vita!
Ma sentiteli!!
Anche orari umani vorrebbero!
Puah!!
Dovrebbero ringraziarci
che glielo diamo un lavoro...
e si lamentano pure!!
Che schifo!!

Già!
Che schifo!

Alla prossima
Nino P.

5 commenti:

Ernest ha detto...

con in poveri non perdono tempo

il giardino di enzo ha detto...

poveri poveri

rossorosso ha detto...

Già, un vero schifo e la storia, sembra passata invano...Poi mi consolo e penso:"Però ci sono corsi e ricorsi, in alcuni casi(e sottolineo alcuni)ben vengano;magari rivisitati...come dire...in chiave moderna.Ciaooooooooo

Tina ha detto...

Mi sembrano gli scenari disegnati da John Steinbeck in Furore e Uomini e topi, una società distrutta dal mostro capitalistico chiamata banca.
Ha ragione Paolo, poveri poveri.
Buona serata Nino ;-))

In soffitta ha detto...

..hai visto che il nostro comune amico ha dato di sè cenno di vita?
meno male , tutto è bene ciò che finisce bene
abbraccione :-)
ro