lunedì 24 ottobre 2011

Nonciclopedia e gli orrori su Simoncelli

Di solito non commemoro
personaggi pubblici,
a dire il vero non mi piace farlo
neanche con i meno noti,
credo che il dolore, come
la maggior parte dei sentimenti negativi,
appartiene alla mia sfera intima
e non mi va di condividerlo
per il solo gusto di mostrarlo.
Anche ieri mi sono tenuto
tutto per me,
non ho pubblicato niente del Sic,
non per indifferenza ma,
per il pudore che ho
per tutto ciò che riguarda
la mia sfera affettiva.

Oggi però,
siccome la rabbia appartiene invece
a quei sentimeni che non riesco
a tenermi dentro,
voglio dire qualcosa.

Credo che Vasco Rossi
abbia fatto bene a querelare Nonciclopedia...
fino ad ieri ero in disaccordo con lui,
poi...
poi ho visto il cinismo
e la mancanza di rispetto,
con cui hanno affrontato
la tragedia di Sepang
e d'un tratto ho capito quello che intendeva
il buon Blasco.

Non si può...
no... non si può
fare della macabra ironia
sulla morte di un giovane di 24 anni,
non lo accetto!!
Non accetto che di fronte
a tanto dolore si possa
irridere così un ragazzo.
E' semplicemente
uno schifo!!

10 commenti:

In soffitta ha detto...

si Nino, sono con te...
non è perchè dai tempi di gaicomo dagostini ero patita, nè perchè amo il vento e la moto, nè perchè era giovane, nè perchè aveva capelli bellissimi come quelli dle mio caro lucio battisti....nè per ogni cosa che non ho scritto ma avrei potuto ieri sera dedicandogli il nostro Will...

è solo piu semplicmente per amore del vero , che è sia del vivo sia del morto, fino a che non avranno vinto al 100% gli zombies nascosti in mille e infinite forme e che si appalesano ovuqnue in qualsiasi argomento, in qualsiasi vita..tanto piu quando questa sia piena di vita come quella del nostro super sic

grande spazio dunque a tutti coloro che vorranno ricordarlo come ogni morto merita per la sua verace,come in vita, immortalità

ro

nino p. ha detto...

amiamo le stesse cose ro :-)

Ernest ha detto...

Premetto che non ho letto nonciclopedia perchè non è un sito che mi interessa. Ho criticato le azioni di Vasco contro il sito e lo rifaccio adesso. Immagino cosa possono avere scritto e non ci sono parole di fronte alla morte di un ragazzo e non riesco a capire come ci si possa scherzare sopra. Rimango però dell'idea che la migliore arma contro la pochezza di alcuni siti o contenuti non sia censurare ma ignorare.
Questa naturalmente è solo la mia opinione.
un saluto

Ernest ha detto...

mi sembra di avere visto che la pagina è stata cancellata.

nino p. ha detto...

Ernest fino a ieri ero d'accordo con te, ed anche io ho reputato esagerato l'atteggiamento di Vasco...ma ieri...ieri hanno fatto veramente schifo

nino p. ha detto...

meglio così allora...

Anonimo ha detto...

Ma perché continui a leggere i post sul sito se non ti piacciono o ti fanno orrore??? Ma soprattutto perché sei favorevole alla querela (e alla chiusura) lo fai per proteggere gli altri perché ritieni che siano così coglioni da non saper distinguere il bene dal male???

Se leggi spinoza.it salti in aria, ti viene un attacco alle coronarie.

nino p. ha detto...

vedi caro anonimo, io il sito non lo leggo normalmente ma mi può capitare di farlo, come è successo in questa occasione,in ogni caso non basta che io smetta di leggere o guardare una cosa per fa si che questa smetta di esistere... esiste indipendente da me. Dovrei girami dall'altra parte dunque? Oppure nascondere la testa sotto la sabbia come uno struzzo? Forse a te riesce... a me no! Non riesco a non intervenire.

Per quanto riguarda la querela, l'ho spiegato nel post, fino ad ieri l'ho vista come un esagerazione... alla luce dell'incazzatura ho cambiato idea...
forse non era Vasco ad essere esagerato!!

silvia ha detto...

Apprezzo le persone che cambiano idea, perchè solo gli stupidi non lo fanno mai, per paura di apparire stupidi, senza sapere che non basta non apparire per non esserlo.
Mamma mia che sproloquio!

A Bomba: non ho letto, ma concordo con te. Non è solo nonciclopedia, però: tanti blog o siti di satira spesso e volentieri passano il segno, confondendo la satira con la cattiveria.
Li reputo di cattivo gusto, e anche fin troppo furbi, per i miei gusti.

nino p. ha detto...

Silvia magari tutti "sproloquiassero" così ;-)))