lunedì 21 novembre 2011

Ma quelli del Pdl che oggi vogliono le elezioni, l'anno scorso dov'erano?


Nell'ultima settimana,
in ogni trasmissione televisiva o radiofonica di intrattenimento,
in ogni giornale politico e non, fanno capolino personaggi
dell'ex maggioranza che, con sdegno,
urlano alla fine della democrazia.

Il voto popolare affermano, è stato sovvertito.

I vari Giuliano Ferrara, Scilipoti, Giorgia Meloni,
Stefania Pretigiacomo, Gianfranco Rotondi e molti altri ancora,
non perdono occasione per ribadire questo concetto,
sostenendo che solo il ricorso al voto è garanzia
di libertà e di affermazione democratica.

Ora, potrei anche in linea di massima essere
d'accordo con loro, se non che,
mi sorge spontanea una domanda:
ma lo scorso dicembre, quando parlamentari
di schieramenti opposti sono passati con la maggioranza,
perchè non hanno detto le stesse cose che dicono ora?
Perchè non hanno urlato allora a favore
di elezioni anticipate?
Perchè?

Ma quello che più mi fa incazzare è:
ma perchè cavolo nessun giornalista
o nessun avversario politico fa loro questa domanda?
Perchè?

Loro le minchiate possono pure dirle,
ma chi le ascolta, perchè non replica
facendoglielo notare che stanno dicendo minchiate?
Perchè?

Il gioco delle parti?
Convenienza?
Servilismo?

Perchè?

Alla prossima
Nino P.

6 commenti:

Tina ha detto...

Perchè se perdono questi partecipanti facendo loro domande ovvie, devono chiudere bottega, invece così lo spettacolo continua, in maniera penoso, ma continua.
Ho spento da un paio di anni, sopravvive Report...hai visto ieri sera? ;-))
Buon pomeriggio Nino ;-))

nino p. ha detto...

Ciao Tina.. purtroppo (o per fortuna visti i tempi) ero al lavoro... turno notte, ma ho intenzione di guardare la sintesi on line. Ho il sospetto anche io che la paura di perdere ascolti ha ridotto il giornalismo di intrattenimento ad una farsa

silvia ha detto...

ma perchè cavolo nessun giornalista
o nessun avversario politico fa loro questa domanda?
Perchè?

Ma perchè è una domanda troppo intelligente, ninopì!

Chris. ha detto...

L'Italia è una Repubblica Parlamentare, l'art 92 dice che il Presidente della Repubblica ha il diritto/dovere di verificare l'esistenza di maggioranze alternative quando ne viene meno una.
Il problema è stato l'atteggiamento superficiale dei politici degli ultimi decenenni che hanno cambiato la legge elettorale rendendola inutile e dannosa infatti qualcuno va dicendo di essere stato eletto dal popolo dichiarando il falsoperché è stato fiduciato dal Parlamento e dal Senato.

nino p. ha detto...

ahahah Silvia... è soltanto una domanda "scomoda" :-))

nino p. ha detto...

Ciao Chris il tuo commento è una delle altre domande che mi piacerebbe fare quando uno di loro afferma di essere stato eletto dal popolo....