lunedì 19 settembre 2011

La lega e il suo vero capo

Chi si aspettava sparate definitive
della Lega in quel di Venezia
è rimasto deluso.

La lega seguirà il suo capo
incondizionatamente fino alla fine!

No, non sto parlando di Bossi,
tanto meno di sua moglie o di Maroni e Calderoli,
ma del vero capo, quello che elargisce compensi
sotto forma di ministeri, segretariati
ed incarichi vari...
sto parlando di Berlusconi!

Bossi e company,
non sanno più cosa inventarsi
per tenere a bada la base.
Nell'annuale festa del rito dell'ampolla
hanno rispolverato la storiella della secessione...
storiella a cui non credono neanche loro
e che soprattutto sono i primi a non volere.

Roma è bella in tutti i periodi dell'anno
e le sue poltrone comodissime,
molto di più di quelle acquistate a Monza,
dove del resto non si sono seduti mai,
neanche una volta!

Alla prossima
Nino P.

3 commenti:

Ernest ha detto...

un partito sempre più imbarazzante...

FruFru ha detto...

Se come ultima speranza ci appelliamo al buon senso della Lega misà proprio che non avremo via di scampo...addio...

nino p. ha detto...

lo so bene... infatti è ai suoi elettori che mi rivolgo