giovedì 26 maggio 2011

Prigionieri di un mondo che non c’è più!!

Un mio vicino è rimasto incastrato negli anni settanta,
ci è finito dentro durante l’adolescenza
e non è riuscito a venirne fuori.
Il suo essere, nonostante il passare dei tempi,
non è cresciuto nel divenire.

I suoi abiti si compongono di:
pantaloni a zampa d’elefante,
dolcevita aderentissimo a tinta unita oppure a rombi,
camice attillate con colletti lunghissimi,
zatteroni di cuoio e legno.
Guida auto di quell’epoca, vecchie Fiat e Lancia,
ed ha una moto inglese che ormai non producono più.
Siamo ormai in un nuovo millennio,
e da quegli anni ne sono trascorsi altri trenta,
ma lui non si è mosso da là.

Mi è venuto in mente questo mio vicino
guardando Lega e Pdl in questi giorni.
Non hanno ancora capito che la gente
ha iniziato a guardarli in modo diverso,
che le sparate ad effetto non funzionano più,
gli inganni di dichiarazioni bomba
hanno smesso di ingannare.
Non hanno ancora capito che la gente
ha bisogno di essere rassicurata sul futuro,
che vuole sentirsi dire:
stiamo lavorando per una rinascita economica e sociale,
e non che l’avversario consegnerà
il paese ai rom, ai drogati ed ai centri sociali.
Non hanno capito che la gente,
non si fa più prendere per il culo!!!

No…
loro sono come quel mio vicino:
prigionieri di un mondo che non c’è più!!

Alla prossima
Nino P.

4 commenti:

Ernest ha detto...

speriamo di togliere la gabbia che ci hanno messo intorno

notizie del futuro ha detto...

"Non hanno capito che la gente,
non si fa più prendere per il culo!"

Spero che tu abbia ragione...

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Speriamo che sia l'inizio di un grande cambiamento.Saluti a presto

Artemisia1984 ha detto...

Speriamo in un cambiamento...
Tanto per alleggerire il discorso..gli anni settanta io non li ho nemmeno visti..ma erano carini i pantaloni a zampa..a volte ritornano e non mi dispiace ;)