martedì 23 agosto 2011

Parliamo di fantapolitica?

Parliamo di fantapolitica?

Rilanciare l'economia?

Ecco che farei:

Industriale imprenditore,
tu vuoi spostare la tua produzione
in Africa, in Asia o in Sud America?
Benissimo sei libero di farlo!
Ma se poi,
vuoi rivendere i tuoi prodotti in Italia,
allora mi devi pagare tasse doganali
pari al 70% del valore del prodotto.

Assicurazioni auto,
sulla targa e non sulla vettura.

I medici devono scegliere,
o lavorano in ospedale
o nel loro studio privato.

I politici una volta eletti,
devono abbandonare le loro attività
antecedenti le elezioni,
sarebbe a dire, che se sei un avvocato,
un medico, un commercialista, ecc ecc..
fin quando occuperai uno scranno
in parlamento, non potrai esercitare.
Se hai un' azienda la devi cedere
o chiudere.

Riduzione inoltre
dei parlamentari del 60%.

Abolizione dei sub-appalti.
Chi vince una gara d'appalto,
deve essere in grado di portare
a termine il lavoro da solo,
pena la revoca dell'appalto
e la perdita di ogni pretesa.

Falso in bilancio punito per direttissima
e con pene minime di vent'anni,
senza possibilità di sconti di nessun tipo.

Abolizione dei costi
di conto corrente.
I soldi in banca rappresentano
già un guadagno per gli stessi istituti.
Interessi da corrispondere ai risparmiatori,
mai meno del 2% annuo,
e tassi di interessi a chi chiede un mutuo
mai più del 5%.

Responsabilità diretta
per le banche che non verificano
la solvibilità delle aziende che vendono
prodotti economici attraverso di esse.

La previdenza non funziona?
Quota inps, in busta paga,
la gestisce il lavoratore.
Lo Stato all'arrivo dei 65 anni,
garantirà la pensione sociale a tutti,
il resto, lo metterà il lavoratore
se è stato bravo, altrimenti,
peggio per lui.

Abolizione di Province e Regioni,
resteranno solo i comuni.

Abolizione di tasse e orpelli,
nominate come addizionali
o per questo o per quello.
Ci saranno tasse uniche
e verificabili.

Abolizione delle comunità montane,
dei consorzi di bonifica e di tutti
gli enti inutili e/o inefficenti.

Stipendi per tutti i dipendenti,
anche quelli stagionali,
con accredito obbligatorio
in banca o alla posta.

Lotta al lavoro in nero,
con sanzioni amministrative rilevanti
ed in caso di recidiva,
con il carcere.

Se io fossi al potere
mi ucciderebbero!

Alla prossima
Nino P.


4 commenti:

zloris ha detto...

..ciao Nino.. grazie della tua presenza nei miei blog...., ....Nino... questa tua pagina è da comunista... e io morirò con te....

nino p. ha detto...

^^_______^^ già

FruFru ha detto...

Come fai con questo caldo afoso a ragionare così tanto?
Io non riesco a far arrivare al mio cervello un pensiero di senso compiuto, per questo ultimamente non ho commentato. Leggo sempre però!
Ciao, a presto!

nino p. ha detto...

ahahahah è che non resisto a stare zitto :-))