sabato 17 dicembre 2011

Albe sconosciute


Le albe
spesso sembrano tramonti
che fanno paura.

Il terrore dell'attimo successivo,
la paura che non cancella
la voglia di conoscerlo.

Un passo nell'ignoto
dell'oggi che è già domani.

Nino P.



8 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Bella l'immagine e profondi, toccanti i versi.
Complimenti, mon ami.

Linea Gotica ha detto...

io sono un amante dei tramonti, è un'atmosfera che mi ha sempre affascinato fin da piccolo.

lisanna ha detto...

Splendida ^_____^

In soffitta ha detto...

Grazie Nìnì ...troppo immensa la gioia che hai regalato
per descrivertela solo : GRAZIE
ro

nino p. ha detto...

grazie ragazzi :-)) ho bisogno di tornare un po' alle mie visioni.....

Rosario ha detto...

La paura del poi ci accompagna sempre, non meno forte della curiosotà che si spinge a cercarlo e volerlo. Condivido

Soffio ha detto...

in realtà preferisco l'alba al tramonto, anche se poi la giornata é lunga

Ambra ha detto...

Un'immagine fantastica che riesce a trasmetterti "il terrore dell'attimo successivo". E i tuoi versi così toccanti riescono in poche parole a dipingere la paura, il terrore di quegli sconosciuti momenti che l'alba porta con sé.